Salve cari lettori, se vi va, iscrivetevi alla NEWSLETTER (colonna destra) per non perdere nessun post o aggiornamento, seguite il blog sui canali social e diventate miei lettori fissi. Grazie per la visita!

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

martedì 31 marzo 2020

Pam Smy - Thornhill

Giorno 276 (nel mio blog):

Ben ritrovati, cari lettori, con una nuova recensione. Ringrazio la casa editrice "Uovonero" per avermi inviato una copia in ebook di questo titolo.


Titolo: Thornhill
Autrice: Pam Smy
Casa editrice: Uovonero
Genere: Dark
Anno: 2017

Link d'acquisto tramite Amazon:

Copertina rigida: Clicca qui


Trama:

Mary vive negli anni Ottanta a Thornhill, un orfanotrofio femminile vicino alla chiusura. Ella è una ragazza che nel 2017 si trasferisce col padre accanto al tetro edificio, ormai abbandonato da tempo. In un dichiarato omaggio a Brian Selznick e alle atmosfere di Il giardino segreto, le storie delle due ragazze, narrate l'una col testo del suo diario, l'altra con evocative illustrazioni in bianco e nero, si avvicinano fino a toccarsi nel coinvolgente finale.

Commento/Recensione personale:

Ci troviamo di fronte ad un testo a dir poco suggestivo. Ammetto che non è stato facile portarne a termine la lettura, nonostante la mole non sia eccessiva e il testo venga alleggerito da illustrazioni dai toni molto dark che richiamano lo stile di Neil Gaiman.
La narrazione viene presentata sotto forma di diario e questo ci permette di entrare maggiormente in empatia con le due protagoniste.
Non saprei neanche da dove cominciare per descrivere le sensazioni che ho provato e l'angoscia che mi ha suscitato, ma ci provo con poche parole.
I temi che vengono affrontati sono: l'abbandono, il bullismo, la violenza fisica e psicologica, il voler rifugiarsi in una realtà fantastica per sfuggire a quella reale, il mutismo e molti altri. Da questi elementi citati potrete capire che rimanere indifferenti davanti a certe cose è impossibile.
Le parti più toccanti sono quelle dove una delle due protagoniste non riesce a parlare, a causa dei traumi subiti, ma in realtà vorrebbe urlare a tutti il proprio dolore e noi ne veniamo a conoscenza perchè leggiamo questi passaggi come se si trattasse del suo diario personale dove la penna si sostituisce alla voce.
La protagonista si trasferisce insieme al padre accanto ad un orfanotrofio femminile, ormai abbandonato da tempo, e intenta a conoscere la storia di questo edificio e di chi viveva lì dentro, scopre degli indizi che la condurranno a Mary, una ragazza vissuta all'interno di quella struttura negli anni ottanta.
Il finale mi ha spezzato il cuore, mi ha lacerata e mi ha sconvolta, tanto da pensarci per tutto il tempo anche nei giorni a seguire.
Un'altra cosa che ho apprezzato sono i continui richiami al romanzo classico intitolato "Il giardino segreto" che ha destato in me molta curiosità, che ho letto di recente ed ho amato con tutto il cuore .
In conclusione posso dire che è una lettura sensazionale, ma non adatta a tutti: se siete di umore fragile e vi impressionate facilmente, lasciate perdere e dedicatevi a qualcosa di più leggero.
Nonostante sia uscita provata da questa lettura, sono felice di averla affrontata e più in là penso proprio di farlo di nuovo.

Grazie per aver letto anche questa recensione.
Alla prossima da:


[Sono affiliata ad Amazon, quindi se acquisterete dai link da me postati, riceverò una piccola percentuale che mi aiuterà a mantenere il blog e i vari social. Questa percentuale non andrà ad influire sul prezzo del vostro acquisto. Grazie a chi lo farà e a chi, ogni giorno, mi sostiene e crede in me.]


---> Seguitemi sui vari social:

Twitter: @smallintrix

Nessun commento:

Posta un commento