Salve cari lettori, se vi va, iscrivetevi alla NEWSLETTER (colonna destra) per non perdere nessun post o aggiornamento, seguite il blog sui canali social e diventate miei lettori fissi. Grazie per la visita!

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

lunedì 24 febbraio 2020

Naghree - Alchimia di sangue

Giorno 270 (nel mio blog):

Ben ritrovati, cari lettori, con una nuova recensione. Ringrazio "Ultima Stesura" per avermi contattata nuovamente e per avermi inviato una copia in ebook di questo romanzo.


Titolo: Alchimia di sangue
Autore: Naghree
Casa editrice: Ultima stesura
Genere: Fantasy
Anno: 2020 (ristampa)

Link d'acquisto tramite Amazon:

Presto disponibile!


Trama:

Una cella buia, il segno di una puntura, ricordi confusi. L’incubo di Aleideen comincia col suo risveglio: non sa chi la tenga prigioniera, dove, o perché. Sa di essere sola, lontana dalle persone che ama, mentre fuori un morbo misterioso continua a mietere vittime.Ora, però, il pericolo è dentro. Aleideen è il soggetto perfetto, e una creatura leggendaria l’ha cercata per troppo tempo. Non se la farà scappare tanto facilmente.Eppure lei, in un modo o nell’altro, deve andarsene da lì. Assecondare il mostro o combatterlo, deve farlo prima di soccombere, prima che sia troppo tardi per lei e per i suoi cari.

Commento/Recensione personale:

Ci troviamo di fronte al prequel del romanzo "Asce, zanne e vampiri polverosi" (trovate la recensione cliccando QUI), che avevo avuto il piacere di leggere e apprezzare. Nonostante gli avessi dato una buona votazione e fossi stata rapita dalla sua narrazione, c'erano alcuni elementi e passaggi che non mi convincevano del tutto. Queste lacune vengono colmate in "Alchimia di sangue", pubblicato per la prima volta nel 2007 e ristampato quest'anno da questa casa editrice. 
Per molti aspetti mi ha convinta di più, ad esempio l'incipit che cattura l'attenzione sin da subito e getta le basi per una trama semplice, ma coinvolgente.
Seguiremo le vicende della protagonista che cerca di fuggire dalla cella in cui si trova e di ricostruire i propri ricordi ormai andati perduti.
I personaggi vengono ben caratterizzati e dotati di maggiore introspezione pur essendo numericamente in minoranza rispetto agli altri.
Inoltre è presente una componente "romance" che non guasta e non scade nel banale.
Un altro aspetto che ho apprezzato maggiormente, rispetto al romanzo precedente, è il diminuire delle battute umoristiche che in alcuni casi risultavano superflue e fuori contesto.
A mio modesto parere "Alchimia di sangue" andrebbe letto prima di "Asce, zanne e vampiri polverosi" sia perchè, come accennato prima, chiarisce vari punti e funge da introduzione alla storia narrata nel secondo che, senza alcune informazioni, inizialmente può apparire confusa.
Ammetto che mi è piaciuto molto di più e sono felice di non essermi mai annoiata, a differenza del successivo che conteneva alcuni passaggi "morti" e statici, e di aver passato due orette (il romanzo è abbastanza corto: 147 pagine) in compagnia della protagonista che ho trovato molto interessante.
In conclusione quindi vi consiglio di leggerlo: sia che voi abbiate letto "Asce, zanne e vampiri polverosi" sia che non abbiate idea di che romanzo io stia parlando.

Grazie per aver letto anche questa recensione.
Alla prossima da:


[Sono affiliata ad Amazon, quindi se acquisterete dai link da me postati, riceverò una piccola percentuale che mi aiuterà a mantenere il blog e i vari social. Questa percentuale non andrà ad influire sul prezzo del vostro acquisto. Grazie a chi lo farà e a chi, ogni giorno, mi sostiene e crede in me.]


---> Seguitemi sui vari social:

Twitter: @smallintrix




sabato 15 febbraio 2020

Donato Carrisi - La casa delle voci

Giorno 269 (nel mio blog):

Ben ritrovati, cari lettori, con una nuova recensione.


Titolo: La casa delle voci
Autore: Donato Carrisi
Casa editrice: Longanesi
Genere: Thriller
Anno: 2020

Link d'acquisto tramite Amazon:

Kindle: Clicca qui

Copertina rigida: Clicca qui


Trama:

Pietro Gerber non è uno psicologo come gli altri. La sua specializzazione è l'ipnosi e i suoi pazienti hanno una cosa in comune: sono bambini. Spesso traumatizzati, segnati da eventi drammatici o in possesso di informazioni importanti sepolte nella loro fragile memoria, di cui polizia e magistrati si servono per le indagini. Pietro è il migliore di tutta Firenze, dove è conosciuto come l'addormentatore di bambini. Ma quando riceve una telefonata dall'altro capo del mondo da parte di una collega australiana che gli raccomanda una paziente, Pietro reagisce con perplessità e diffidenza. Perché Hanna Hall è un'adulta. Hanna è tormentata da un ricordo vivido, ma che potrebbe non essere reale: un omicidio. E per capire se quel frammento di memoria corrisponde alla verità o è un'illusione, ha disperato bisogno di Pietro Gerber. Hanna è un'adulta oggi, ma quel ricordo risale alla sua infanzia. E Pietro dovrà aiutarla a far riemergere la bambina che è ancora dentro di lei. Una bambina dai molti nomi, tenuta sempre lontana dagli estranei e che, con la sua famiglia, viveva felice in un luogo incantato: la «casa delle voci». Quella bambina, a dieci anni, ha assistito a un omicidio. O forse non ha semplicemente visto. Forse l'assassina è proprio lei.

Commento/Recensione personale:

E' la prima volta che mi avvicino a questo autore di enorme successo conosciuto in tutto il mondo, e voi direte "Come, ami il genere thriller e non hai mai letto nulla di Donato Carrisi?" e avete ragione pure voi, ma tutti sanno che non ho un buon rapporto con gli autori italiani.
Consigliata da mio papà che era rimasto piacevolmente colpito dal suo romanzo più famoso "Il suggeritore" e dopo aver letto solo pareri positivi su questa ultima pubblicazione mi sono decisa a leggerlo. Ad oggi mi domando come ho fatto a non leggerlo prima.
Non posso dirvi molto della vicenda narrata perchè è un susseguirsi di colpi di scena e rivelazioni inquietanti che rovinerebbero la lettura, ma se volete sapere qualcosina di più, in alto trovate la trama, anche se io sconsiglio di leggerla perchè credo che anticipi un po' troppo il contenuto del romanzo.
Posso dirvi  che non si tratta  di un semplice thriller dove viene mescolato il mistero alla suspense secondo uno schema trito: tutt'altro.
Ci troviamo di fronte ad uno psicologo di nome Pietro, specializzato in ipnosi, che dovrà seguire il caso di una donna di nome Hanna, convinta di aver ucciso una persona. Ma sarà realmente così o ci sarà qualcosa  di molto più oscuro dietro a tutto ciò?
La trama ruota alla figura e al ruolo degli "estranei", ma questi porteranno a rivelazioni a dir poco sconvolgenti sul passato dei due protagonisti. Un finale inaspettato che riguarda il passato del protagonista vien fuori man mano che la storia si dipana e ci regala una sorprendente rivelazione.
Pian piano scopriamo maggiormente il passato di Pietro che inizialmente viene presentato come colui che svelerà ogni mistero, per poi venire a conoscenza dei suoi scheletri nell'armadio.
Un  romanzo spettacolare, che non annoia mai, coinvolge pagina dopo pagina, lascia il fiato sospeso a tutti i lettori e fa riflettere su un tema molto importante come quello del rapimento.
Ho dato cinque stelline su cinque, ma ne meriterebbe molte di più. Per gli amanti del genere e non, consiglio di leggerlo, il vostro tempo libero verrà ben speso.

Grazie per aver letto anche questa recensione.
Alla prossima da:


[Sono affiliata ad Amazon, quindi se acquisterete dai link da me postati, riceverò una piccola percentuale che mi aiuterà a mantenere il blog e i vari social. Questa percentuale non andrà ad influire sul prezzo del vostro acquisto. Grazie a chi lo farà e a chi, ogni giorno, mi sostiene e crede in me.]


---> Seguitemi sui vari social:

Twitter: @smallintrix