Salve cari lettori, se vi va, iscrivetevi alla NEWSLETTER (colonna destra) per non perdere nessun post o aggiornamento, seguite il blog sui canali social e diventate miei lettori fissi. Grazie per la visita!

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

martedì 1 ottobre 2019

Jean Webster - Papà Gambalunga (a cura di Enrico De Luca)

Giorno 254 (nel mio blog):

Ben ritrovati, cari lettori, con una nuova recensione. Ringrazio la casa editrice "Caravaggio" per avermi inviato una copia del romanzo.


Titolo: Papà Gambalunga
Autrice: Jean Webster
A cura di: Enrico De Luca
Casa editrice: Caravaggio
Genere: Romanzo classico
Anno: 2019

Link d'acquisto tramite Amazon:

Kindle: Clicca qui

Copertina flessibile: Clicca qui


Trama:

Jerusha Abbott (Judy) è un’orfana dell’Istituto John Grier, una ragazza sola e senza speranze. Un “deprimente” mercoledì, la sua vita cambia radicalmente e in modo inaspettato: grazie alle sue ottime potenzialità, in particolare nella scrittura, un misterioso benefattore decide di pagarle gli studi presso un prestigioso college, in modo da permetterle di conquistare istruzione e indipendenza; ciò a due condizioni: Judy dovrà scrivere regolarmente all’ignoto filantropo, che ribattezzerà Papà Gambalunga (avendone visto solo la lunga ombra proiettata su un muro), per aggiornarlo sui suoi progressi, e il benefattore stesso dovrà restare sempre nell’anonimato. Inizierà così questo splendido romanzo epistolare “a senso unico”, ma capace – grazie alla simpatia, al senso dell’umorismo e alla sfrontatezza di Judy – di coinvolgere fino all’imprevedibile finale.

Commento/Recensione personale:

Come avrete notato, nell'ultimo periodo, ho deciso di recuperare i classici della letteratura. Questa decisione la devo principalmente alla mia ex insegnante delle medie di italiano che, a furia di ripetermelo quasi ogni giorno, ha fatto nascere in me la curiosità; per questo motivo e molti altri, non la ringrazierò mai abbastanza.
Avevo già iniziato a leggere classici lo scorso dicembre: "A Christmas Carol" e "Il grillo del focolare" di Charles Dickens, pubblicati dalla Caravaggio editore, per poi proseguire con "Anne di Tetti Verdi" di Lucy Maud Montgomery pubblicato da Lettere Animate, "Viaggio al centro della terra" di Jules Verne pubblicato da RBA e, recentemente, ho terminato la lettura di "Oliver Twist" scritto da Charles Dickens ed edito da Feltrinelli.
Dopo aver letto la notizia che sarebbe uscito "Papà Gambalunga" non ho esitato a chiederne una copia alla casa editrice che, gentilmente, ha accettato la mia richiesta.
Conoscevo già questo titolo perchè ricordo che, quando ero piccola, trasmettevano il cartone animato, del quale ricordo solo il finale, fortunatamente, diverso da quello originale così non mi sono rovinata la sorpresa e lo stupore, una volta aver portato a termine la lettura.
Descrivere a parole scritte quest'opera non è semplice, perchè a tutt'oggi sono in un turbinio di emozioni, tutte positive: mi ha commossa, divertita, intrattenuta, mi ha fatto riflettere e ha lasciato un segno indelebile nel mio cuore.
Se pensiamo che l'opera è stata scritta nei primi anni del '900, non possiamo non notare come certi temi siano ancora di grande attualità. Posso dire tranquillamente che, per l'epoca in cui è stato scritto, l'autrice esprime sentimenti rivoluzionari che traspaiono in modo chiaro all'interno di questo testo. Si parla di diritti delle donne, della consapevolezza di sè e delle proprie capacità, del libero arbitrio. Inoltre, si discute su temi importanti e delicati come la filosofia e la religione.
Molte riflessioni espresse dalla protagonista Judy rispecchiano la mia persona, tanto da spingermi a ricopiare molte delle frasi scritte, in modo tale da rileggerle una volta ogni tanto e prendere ispirazione da esse.
Parliamo di un romanzo epistolare e questo stile narrativo lo amo, perchè riesce a coinvolgermi senza farmi mai annoiare. Una scrittura scorrevole e semplice e questo, oltre ad essere merito dell'autrice, è anche merito del traduttore Enrico De Luca, grande uomo di cultura che si batte per portare in Italia le edizioni integrali dei romanzi classici, mantenendo lo stile originale dell'autore grazie a una traduzione fedele e accurata. Ho avuto modo di apprezzare le sue traduzioni con "A Christmas Carol", "Il grillo del focolare" e "Anne di Tetti Verdi".
Detto ciò, vorrei spendere due parole sulla protagonista: io l'ho semplicemente adorata. Notiamo la sua crescita spirituale e caratteriale che la porterà ad acquisire maggior sicurezza e a farsi strada all'interno della società. Se nelle prime lettere troviamo una ragazza spaventata del futuro, a tratti ingenua, dotata di un'innocenza che caratterizza la giovane età, successivamente notiamo maggior voglia di farsi valere e di raggiungere il suo più grande obiettivo, ovvero, diventare una scrittrice.
Grazie alla sua caratterizzazione, mi sono sentita vicino a lei a livello umano, come fosse un'amica reale e mi dispiace che esista solo in un'opera letteraria.
Ho apprezzato e condiviso i suoi dubbi, le domande che le sorgono, soprattutto quelle relative al perchè non poteva avere un riscontro dal benefattore: nessuna risposta alle sue lettere e nessun incontro reale con lui.
Oltre a Judy ho apprezzato anche i personaggi secondari e come vengono inseriti all'interno della narrazione. I rapporti che si creano con la protagonista e i le differenze caratteriali e ideali che saranno spunto di riflessioni importanti.
Un altro elemento di non poco conto che ha permesso di farmi innamorare di questa storia è la delicatezza che viene usata nello stile di scrittura. La trama e i concetti, anche quelli più importanti, vengono scritti e affrontati con un garbo che, negli ultimi tempi, è quasi rara da trovare in un'opera scritta. Proprio per questo mi sento di consigliarlo a lettori di qualsiasi età.
Inutile parlarvi del finale: imprevedibile, toccante e perfetto per una storia che non smette, neanche per un secondo, di appassionare.
Ovviamente non vi dico altro perchè potrei fare l'errore di cadere nello spoiler e voglio che vi godiate questo romanzo nel migliore dei modi.
Avrei voluto che il libro non giungesse mai al termine, tanto da leggere poche pagine al giorno per paura di lasciare andare questa storia meravigliosa, ma come si dice, anche le storie più belle giungono al termine.
Ho dato cinque stelline su cinque perchè è il massimo che si può dare, ma ne avrei dato molte ma molte di più.

Grazie per aver letto questa recensione.
Alla prossima da:


[Sono affiliata ad Amazon, quindi se acquisterete dai link da me postati, riceverò una piccola percentuale che mi aiuterà a mantenere il blog e i vari social. Questa percentuale non andrà ad influire sul prezzo del vostro acquisto. Grazie a chi lo farà e a chi, ogni giorno, mi sostiene e crede in me.]


---> Seguitemi sui vari social:

Twitter: @smallintrix



Nessun commento:

Posta un commento