Salve cari lettori, se vi va, iscrivetevi alla NEWSLETTER (colonna destra) per non perdere nessun post o aggiornamento, seguite il blog sui canali social e diventate miei lettori fissi. Grazie per la visita!

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

sabato 28 settembre 2019

Malin Persson Giolito - Sabbie mobili (libro) VS Quicksand (serie tv)

Giorno 253 (nel mio blog):

Ben ritrovati, cari lettori, con una nuova recensione. Oggi metterò a confronto il romanzo "Sabbie mobili" e la serie tv che hanno tratto dal titolo "Quicksand".


Titolo: Sabbie mobili
Autrice: Malin Persson Giolito
Casa editrice: Salani
Genere: Thriller psicologico
Anno: 2018

Link d'acquisto tramite Amazon:

Kindle: Clicca qui

Copertina flessibile: Clicca qui


Trama:

Stoccolma, il quartiere più elegante. Nella classe di un liceo cinque persone sono a terra, colpite da una raffica di proiettili. Accanto a loro, Maja Norberg: diciotto anni appena compiuti, brava studentessa, popolare, ragazza di buona famiglia. Tra le vittime ci sono il suo fidanzato, Sebastian Fagerman, il figlio dell'imprenditore più ricco di Svezia, e la sua migliore amica, Amanda. Nove mesi dopo, il processo sta per cominciare. Maja è accusata della strage e ha trascorso un lungo periodo in custodia cautelare. I giornali non le hanno dato tregua, nessuno crede alla sua innocenza, la ragazza della porta accanto si è trasformata nella teenager più odiata di Svezia. Peder Sander, l'avvocato difensore, ha il difficile compito di mettere in discussione quello che ormai sembra scontato per tutti, la colpevolezza della ragazza, e di fare emergere la verità di Maja. Che cosa ha fatto? O, forse, è quello che non ha fatto ad averla condotta a questo punto? Attraverso la voce di Maja, irriverente, dura, unica, ripercorriamo i fatti fino ad arrivare a quel terribile giorno. L'incontro con Sebastian, un amore malato e totalizzante, feste, tradimenti. E, mentre il racconto prosegue, si sgretola la facciata rassicurante di una comunità agiata in cui gli adulti si voltano dall'altra parte per non vedere i loro figli che - tra violenza, tensioni razziali e problemi di droga - affondano sempre di più nelle sabbie mobili.



Titolo: Quicksand
Ideatori: Pontus Edgren e Martina Hakansson
Nazionalità: Svedese
Distribuzione: Netflix
Anno: 2019


Trama:

Dopo una sparatoria di massa in una scuola nel quartiere più ricco di StoccolmaDjursholm, una normale studentessa del liceo, Maja Norberg, si trova sotto processo per omicidio.


Commento/Recensione personale:

Quando esce una serie tv mi informo sempre se è basata su un romanzo perchè preferisco sempre prima leggere e poi guardare. A volte rimango delusa per come viene realizzata una pellicola cinematografica o una serie tv, altre volte invece ne rimango più che soddisfatta come in questo caso, ma iniziamo per gradi.
La vicenda si incentra sul perchè durante la sparatoria la protagonista Maja si trovava proprio lì. Essendo insieme al fidanzato è automaticamente collegata al delitto e accusata da tutti: i media, la stampa e compagni di classe sopravvissuti. Ma è andata davvero così? Ciò che risulta essere scontato corrisponde a ciò che realmente è avvenuto?
Sia nel libro che nella serie tv ripercorreremo la storia d'amore tra i due protagonisti e i legami d'amicizia che si instaurano con i loro compagni di scuola sin dal principio, molto tempo prima che avvenisse il "fattaccio". 
Si parla di un rapporto d'amore malato adolescenziale che porterà man mano Maja e Sebastian ad un crollo psichico e altre spiacevoli conseguenze. Sebastian inizierà a fare uso di droga e di alcol e commetterà gesti umanamente inaccettabili che solo un pazzo psicopatico potrebbe commettere.
Detto ciò vi dico già che il libro non mi aveva del tutto convinta perchè non mi è piaciuto lo stile narrativo dell'autrice. A tratti ho trovato il linguaggio usato fin troppo indirizzato ad un target specifico di lettori, ovvero gli adolescenti, e questo chiudeva le strade ai lettori più maturi.
Inoltre, essendo narrato in prima persona dal punto di vista di Maja, non è riuscito del tutto a far amare la protagonista, la quale pronuncia battute e commenti fuori luogo che ti facevano pensare ad una ragazza sempliciotta, immatura e spesso ridicola. Alcune frasi mi sono sembrate addirittura poco educative nei confronti di chi legge.
La serie tv invece è riuscita a compensare i difetti legati alla scrittura: viene eliminata la prima persona e quindi tutti i personaggi, anche quelli che fungono da contorno alla storia, diventano protagonisti e aiutano a capirne maggiormente lo sviluppo. I salti temporali risultano più chiari e le scene forti, crude e a tratti disturbanti diventano indispensabili per la sensibilizzazione di chi guarda. Tutto ciò non è dovuto solamente alla bravura degli ideatori o della regia, ma soprattutto ad una recitazione, a mio parere, di alto livello; a differenza del romanzo, sono riuscita ad empatizzare con Maja quasi da voler fare qualcosa per aiutarla, specialmente in una determinata scena molto forte che non vi dirò per non fare spoiler.
Mi è piaciuta molto anche la figura dei poliziotti che si dimostrano molto umani nei confronti della ragazza, mi rendo conto che nella realtà è difficile che accada, ma non impossibile.
L'avvocato tenta il tutto per tutto per dimostrare che le sue supposizioni sono reali, con ciò andando contro l'opinione pubblica e sopportando a volte insulti. Fino all'ultima scena che risulta straziante, tanto da avermi fatta commuovere, lo spettatore resterà con il fiato sospeso.
Mi dispiace che certi prodotti di qualità passino in secondo piano rispetto ad altri che a mio parere meriterebbero meno "gonfiore" dal punto di vista del marketing.
Per il livello di contenuti espliciti la paragonerei alla serie tv di grande successo "Tredici" che io ho amato nella prima stagione, mentre la seconda non mi è piaciuta per niente poichè è diventata quasi surreale e ridicola.
In conclusione, se volete farvi una vostra idea senza farvi condizionare dalle mie impressioni vi consiglio di leggere il romanzo e fare voi un paragone, altrimenti godetevi la visione di questa serie tv meravigliosa che meriterebbe l'attenzione di tutti.

Grazie per aver letto questa recensione.
Alla prossima da:


[Sono affiliata ad Amazon, quindi se acquisterete dai link da me postati, riceverò una piccola percentuale che mi aiuterà a mantenere il blog e i vari social. Questa percentuale non andrà ad influire sul prezzo del vostro acquisto. Grazie a chi lo farà e a chi, ogni giorno, mi sostiene e crede in me.]


---> Seguitemi sui vari social:

Twitter: @smallintrix



Nessun commento:

Posta un commento