Salve cari lettori, se vi va, iscrivetevi alla NEWSLETTER (colonna destra) per non perdere nessun post o aggiornamento, seguite il blog sui canali social e diventate miei lettori fissi. Grazie per la visita!

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

Benvenuti nel Blog di Smallintrix

lunedì 4 febbraio 2019

Massimo Mayde - L'Errante

Giorno 213 (nel mio blog):

Ben ritrovati, cari lettori, con una nuova recensione. Ringrazio l'autore, nonchè ormai stimato amico, Massimo Mayde per avermi inviato una copia del suo romanzo.


Titolo: L'Errante
Autore: Massimo Mayde
Casa editrice: From Hell / Youcanprint
Genere: Thriller paranormale / Noir
Anno: 2018

Link d'acquisto tramite Amazon:

Kindle: Clicca qui

Copertina flessibile: Clicca qui


Trama:

La realtà si arpionò alle sue tempie e dimenandosi penetrò come un parassita all'interno dell'ospite. L'errante guardò verso l'infinito del cielo, ma il cielo era di carta. Oltre quella parete di cellulosa vide sbattere due enormi palpebre e due occhi lo interrogarono di rimando ad uno scrutare privo d'interesse. Quello sguardo di vecchi amici da sempre vagamente sconosciuti, un po' perplessi, un po' immaturi o forse troppo saggi. Annichiliti, come bambini davanti la decapitazione di un cane. Come vecchi mutilati nell'anima in attesa dell'ultimo vento d'estate. L'errante sospirò e capì che quel libro non avrebbe mai avuto fine. Decise di partire, di accettare passivamente la sua vita, ma sapeva che nuovamente il destino avrebbe mosso le sue pedine. Sarà il muro di carta nel cielo a chiudersi sopra di te schiacciandoti tra le pagine di una storia che nessuno smetterà mai di scrivere, o saranno gli oceani della mente in cui sprofondi ogni giorno a portarti alla deriva come il messaggio di un naufrago? Allora l'errante si rese conto da quanto tempo non muoveva più davvero un passo, scoprendo così che l'infinito è un lungo scorrere verso il nulla, mentre tutto il mondo gira e per te non più. Mentre tu dimenticherai tutto, perché tutto questo è scomodo da sapere. Mentre tu chiuderai questo libro e smetterai di credere nella verità.

Commento/Recensione personale:

Ho avuto già modo di apprezzare le doti di scrittura dell'autore nel suo precedente romanzo "Re Nero"(trovate la recensione QUI). In quest'ultimo non posso non confermare la sua bravura, cultura e intelligenza: elementi che emergono sin dalle prima righe.
Mi è stato presentato come un romanzo maledetto, sono stata messa in guardia e mi è stato detto che probabilmente avrei avuto ripensamenti sulla personalità di Massimo, ma per me, non è stato così.
Sicuramente non si tratta di un titolo che va affrontato con leggerezza: i temi trattati, le rivelazioni e il comportamento dei personaggi, in particolare di uno, non saranno facili da capire e condividere.
L'autore usa un linguaggio schietto e sincero, senza troppi giri di parole, che punta alla sensibilità del lettore. 
Quasi quasi ho paura a dire di aver condiviso molti pensieri del protagonista che risulta fin troppo sincero, sicuramente scomodo e a vole persino cinico.
Molte cose non verrebbero condivise da chi è credente poichè alcuni passaggi potrebbero urtare la sua sensibilità e il suo credo.
L'unica frase che mi ha lasciato un po' perplessa e non condivido fa riferimento ai ciechi, ma so benissimo che si tratta di fantasia e che colui che la pronuncia è un personaggio sopra le righe.
Scrivere un determinato romanzo non fa dell'autore una persona cattiva, semplicemente, egli usa molta fantasia che si ispira sicuramente a fatti reali, ma che vengono esasperati in modo tale da creare una storia degna di nota.
E' una lettura particolare, che affronta concetti non comuni, un viaggio che potrebbe disturbare, ma che va fatto, soprattutto senza pregiudizi che potrebbero rovinarvi la storia.
Non lo ritengo bello quanto "Re Nero", ma non mi ha delusa, nè tanto meno allontanata dall'autore. Il finale è, a mio parere, molto forte e ti lascia un po' in sospeso, con il desiderio di tornare a leggere ancora qualcosa su quel personaggio che suscita sentimenti così ambivalenti.
Ho dato quattro stelle su cinque perchè è stata una lettura insolita e atipica, alcuni passaggi non mi hanno del tutto convinta, ma resta sicuramente un libro che va letto ed affrontato.

Alla prossima da:


[Sono affiliata ad Amazon, quindi se acquisterete dai link da me postati, riceverò una piccola percentuale che mi aiuterà a mantenere il blog e i vari social. Questa percentuale non andrà ad influire sul prezzo del vostro acquisto. Grazie a chi lo farà e a chi, ogni giorno, mi sostiene e crede in me.]


---> Seguitemi sui vari social:

Twitter: @smallintrix




Nessun commento:

Posta un commento